Sembra strano che in una città di mare come Chioggia abbia trai suoi abitanti, molti appassionati di montagna.
Non per niente ha la sua sezione del Club Alpino Italiano, una delle prime associazioni sorte in città nel primo dopoguerra.

Il C.A.I. a Chioggia è sorto il 20 aprile 1946 ad opera di un socio C.A.I. della sezione di Feltre (BL), trasferitosi per lavoro.
II Professor Ferruccio Mazzocco insegnante di ginnastica, con la collaborazione di altri appassionati di montagna dette il via alla sezione di Chioggia, che per la sua importanza fu meta di visita nel 1954, di alcuni componenti della spedizione al K2, tra cui Lino Lacedelli e Cirillo Floreanini.

Dallo sparuto ed esiguo gruppetto di quei primi soci, che diedero vita alla sezione, oggi siamo circa 350 soci.
In questi anni abbiamo raggiunto molti obbiettivi, siamo cresciuti non solo di numero ma soprattutto in qualità.
Abbiamo 6 titolati: 2 AAG e 4 AE. Dal 2000 abbiamo in gestione il muro di arrampicata sportiva presso una palestra di un edificio scolastico Comunale.

Molte le attività svolte in questi anni, dalle facili passeggiate alle escursioni tecnicamente più impegnative, su tutto il nostro arco alpino e anche all’estero. Alcuni soci praticano attività speleologica, con il gruppo speleologico del C.A.I. di Dolo (VE).
Da qualche anno abbiamo effettuato escursioni con le ciaspe su sentieri facili. Con grande entusiasmo dei soci , facciamo alcune escursioni cicloturistiche, anche all’estero.

Particolare attenzione è sempre stata rivolta ai giovani, il vero futuro del Sodalizio, (Gruppi Scout – Polisportiva Giovanile Salesiana – Scuola dell’obbligo). Come attività promozionali, culturali siamo sempre a disposizione di altre associazioni naturalistiche e ambientalistiche.
Numerose sezione del C.A.I. anche di altri convegni sono stati nostri ospiti, alla scoperta del nostro territorio.